ALEXANDER MCQUEEN - IL GENIO DELLA MODA

L'universo di Alexander McQueen è complesso. Ogni sua collezione è (stata) un evento, ogni sua sfilata è (stata) uno spettacolo di referenze, letterarie e cinematografiche, come il suo omaggio ad Alfred Hitchcock nel 2005 (collezione autunno-inverno "Vertigo"). Creatore fuori norma, a cominciare dal suo destino, figlio di un tassista londinese divenuto stella dell'alta moda da Givenchy e poi sovrano della propria maison, McQueen ha ridefinito la moda e i suoi codici attraverso le problematiche contemporanee. Ian Bonhôte e Peter Ettedgui ritornano sulla carriera folgorante dell'artista, dai suoi debutti alla Saint Martin's School di Londra fino alla leggendaria sfilata Plato's Atlantis, che riguarda addirittura la science-fiction, offrendo una griglia di lettura a un sistema di pensiero esuberante e a un'immaginazione smisurata, tanto lucida quanto opaca.

2018
Gran Bretagna
Documentario
Ian Bonhôte, Peter Ettedgui
Alexander McQueen
111min
4,90


TRAILER


ACQUISTA

Valuta:

QUESTO FILM FA PARTE DELLE SEGUENTI CATEGORIE:

DOCUMENTARI

PREMI E FESTIVAL:

2 CANDIDATURE AI BAFTA

CAST E TROUPE

Ian Bonhôte - REGISTA

Peter Ettedgui - REGISTA




POTREBBE PIACERTI ANCHE:

"Mi piace vivere in quello spazio nel mezzo. É uno degli spazi più creativi per un artista" dice Marina Abramovic durante il film, a metà del suo viaggio in Brasile. Un viaggio che l'artista racconta attraverso un documentario vivido in cui avverte gli spettatori, proprio come incipit di una storia, che una sciamana brasiliana le rivela di avere un potere e uno scopo precisi: insegnare agli esseri umani di sopportare - e superare - le pene fisiche.

Cate Blanchett calata in 12 personaggi diversi. Lo si potrebbe definire in molti modi Manifesto. Uno di questi potrebbe essere: documentario. Definire 'documentario' questa opera di Julian Rosefeldt rischia di essere molto riduttivo.

La musica di Sixto-Jesus Rodriguez, seguendo traiettorie poco note e su cui i nostri detective del rock non rinunciano ad indagare, sbarca nel Sud Africa insanguinato dell’apartheid (che in lingua afrikaans significa, letteralmente, “separazione”) e succede qualcosa di imprevisto.